Sabato 24 giugno 2017 il "MAF - Museo Archeologico di Fregellae" verrà intitolato ad Amedeo Maiuri
Sabato 24 giugno 2017 il “MAF - Museo Archeologico
24-06-2017 - Museo Archeologico di Fregellae
orario: 17:30

Sabato 24 giugno 2017 il “MAF - Museo Archeologico di Fregellae” verrà intitolato ad Amedeo Maiuri.
La giornata inizierà con il convegno scientifico “Amedeo Maiuri. Una vita per l’archeologia” che si svolgerà dalle 17.30 presso la sala consiliare alla presenza del prof. Umberto Pappalardo presidente del Centro Internazionale per gli Studi Pompeani, della dott.ssa Laura Del Verme direttrice del Premio Internazionale A. Maiuri, della dott.ssa Mariapaola Guidobaldi curatrice del Museo Nazionale di Villa Giulia, del Dott. Nando Tasciotti giornalista e scrittore e del dott. Piergiorgio Monti Direttore scientifico del Museo Archeologico di Fregellae.
A seguire, presso la torre medievale , verrà inaugurata la mostra “Amedeo Maiuri, ritorno in Ciociaria” allestita in collaborazione con il Centro Internazionale Studi Pompeani, curata da Umberto Pappalardo, Laura Del Verme e Pio Manzo ed esposta ultimamente al Museo Archeologico di Napoli.
Infine, presso la villa comunale - sede del museo - alla presenza delle autorità civili, religiose e del mondo scientifico verrà scoperta la targa commemorativa di intitolazione.
L’idea di intitolare il Museo Archeologico di Fregellae ad Amedeo Maiuri, nasce dalla constatazione che l'importanza storica ed archeologica del museo cepranese non è sufficientemente supportata dalla conoscenza della vita e delle opere di quello che è stato il più grande archeologo italiano dei nostri tempi.
In pratica, tra le tante eccellenze “nascoste” del nostro paese, il museo archeologico e la figura di Amedeo Maiuri meritano un posto di tutto rispetto. Intitolando, dunque, il Museo Archeologico di Fregellae ad Amedeo Maiuri si compie una duplice azione meritoria in favore di un personaggio “cepranese” conosciuto in tutto il mondo e di una lunga attività di ricerca sul sito di Fregellae che non ha ancora espresso tutte le sue potenzialità culturali.
L'originalità della figura umana, professionale e culturale di Amedeo Maiuri consiste, in estrema sintesi, nel felice connubio di profonda cultura classica con le moderne tecnologie di scavo archeologico; la sua preparazione interdisciplinare e una visione professionale ne hanno fatto un precursore di quella che oggi chiamiamo cultura globale: il suo modo di narrare sia il lavoro di ricerca che la vita che doveva svolgersi, ai suoi occhi, nelle vie e nelle ville antiche ne fanno un letterato con una sensibilità descrittiva unica; si parla non solo di un archeologo instancabile e geniale ma anche di un narratore che “viveva” insieme alle sue scoperte.
Maiuri riteneva che l’archeologia non dovesse essere fine a se stessa: non bastava interloquire con i professionisti del settore, ma bisognava rivolgersi anche alla semplice schiera dei curiosi, perché come affermava: “la cultura è gioia di vivere, invito a creare”. Le parole dell’archeologo sono intrise di valore sociale: la conoscenza deve essere a servizio dell’uomo comune.
Benché il suo lavoro lo avesse allontanato da Ceprano per condurlo a Roma, in Egeo e infine a Napoli, tuttavia egli ritornava abbastanza spesso per far visita ai parenti che aveva lasciato in paese. I più anziani lo ricordano quando, negli ultimi anni di vita, veniva a Ceprano e passeggiava per il centro storico in compagnia del maestro Nalli per visitare le “antiche mura” di Colle Uccelli.
L’assessore alla cultura Anna Letizia Celani ringrazia le associazioni, i cittadini, il personale dell’amministrazione e quanti hanno collaborato per la preparazione dell’evento.

Ultima modifica:

22/06/2017

Condividi

Notizie e Comunicati correlati

logo
12-04-2021
logo
25-01-2021
QR
06-04-2017

Immagini correlate

Comune di Ceprano - C.so della Repubblica - 03024 Ceprano (FR) - PEC comune.ceprano@pec.leonet.it - Centralino: 0775 91741 - P. IVA 00613310606

Il Portale Istituzionale del Comune di Ceprano è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A.  con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework