Nel giorno della firma del Patto di Gemellaggio 

pattosindaci

 

Da ieri Ceprano, per la prima volta nella sua lunghissima storia, ha una città gemella in Europa, Almendralejo. Un traguardo raggiunto al termine di un lungo percorso intrapreso con convinzione da questa Amministrazione circa due anni fa, che è coinciso anche col primo finanziamento europeo. Questo a dimostrazione dell'ottimo lavoro svolto. Ora tra le due città si è creato un ponte e, nell'ambito del progetto alla base del "Patto di Gemellaggio", si schiudono interessanti e reciproche opportunità culturali, turistiche, sociali, imprenditoriali. Sta ad entrambe comunità coglierle e metterle a frutto.

Chi ha vissuto la giornata di ieri, a partire dall'affollatissimo​ Consiglio Comunale straordinario, ha potuto percepire chiaramente emozione, curiosità, entusiasmo e solennità. Mi corre l'obbligo di ringraziare la parte di opposizione presente al Consiglio, che ha condiviso un momento storico, importantissimo per l'intera città. Quindi, vorrei ringraziare i ragazzi che hanno collaborato con entusiasmo all'evento di ieri. Straordinari nel sostenere, materialmente e simbolicamente, le bandiere italiana, spagnola ed europea con la forza e l'entusiasmo che soltanto i giovani possono avere. Bravissime le bellissime ragazze che, nonostante l'emozione, hanno collaborato alla riuscita dei vari momenti della cerimonia. Il gemellaggio è una grande opportunità proprio per i giovani che rappresentano il futuro delle due comunità. Ringrazio il Prefetto, le altre autorità civili e militari presenti, i parlamentari nazionali e regionali e il Presidente della Provincia. Ringrazio di cuore i tanti sindaci presenti e i rappresentanti dei comuni. La loro nutrita partecipazione ha dimostrato come Ceprano, ora, sia pienamente inserita nel contesto politico/amministrativo della provincia. Ringrazio la ProLoco, le tante associazioni, la Banda di Ceprano, la nostra Corale, Franco PALOMBI e Maria JESUS LAVIN. Ringrazio quei membri del Comitato di Gemellaggio che si sono impegnati in tutte le fasi prodromiche alla firma del Patto, così come ringrazio i dipendenti comunali che si sono dati da fare per superare ogni ostacolo. Ovviamente, ringrazio l'Amministrazione di Almendralejo e l'ampia rappresentanza della città spagnola presente da ieri e fino al 30 p.v. a Ceprano. All'uopo un sentito grazie va alle famiglie cepranesi che ospitano i membri della delegazione, per la loro sensibilità e disponibilità. Poi voglio ringraziare gli assessori e consiglieri che hanno creduto in questo progetto, collaborando per la sua riuscita. Tra tutti, un affettuoso, sincero e particolare grazie va all'assessora alla Cultura Anna CELANI. Instancabile e decisa ha portato avanti il progetto superando con intelligenza e fantasia ogni difficoltà. In gioco non c'erano e non ci sono medaglie o riconoscimenti personali, ma solo la voglia di fare qualcosa di concreto per la nostra città. Grazie Anna.

Spero di non aver dimenticato nessuno.

L'ho detto ieri nell'intervento di chiusura della cerimonia, abbiamo scritto una pagina storica di questa città. Una pagina che rappresenta il primo capitolo di un racconto che ora non possiamo sapere cosa ci riserverà. Il gemellaggio è una delle tante opportunità che ci assicura la nostra Europa. In un momento nel quale troppi parlano di nuovi muri, nazionalismi e l'intolleranza emerge nei discorsi di una politica costruita su inutili slogan, con il fine di alimentare paure e divisioni, ieri Ceprano è Almendralejo hanno sottoscritto un "Patto" virtuoso che va in senso contrario. Due città consapevoli dell'importanza di far parte di questa nostra Europa che dovrà essere sempre più unita, forte e inclusiva.

Marco Galli

Ultima modifica:

28/07/2017

Condividi

Comune di Ceprano - C.so della Repubblica - 03024 Ceprano (FR) - PEC comune.ceprano@pec.leonet.it - Centralino: 0775 91741 - P. IVA 00613310606

Il Portale Istituzionale del Comune di Ceprano è un progetto realizzato da ISWEB S.p.A.  con la piattaforma ISWEB - Content Management Framework